Nel 1908 da Kikunae Ikeda, professore di chimica all’università imperiale di Tokyo, studiava il sapore forte del brodo di alghe, ha scoperto un nuovo gusto oltre ai classici: dolce, salato, amaro, aspro. Il nome di questo gusto è umami (in giapponese significa “saporito”) per la precisione indica il sapore del glutammato di sodio, presente nella carne, nel formaggio e in generale negli elementi ricchi di proteine

Nel 1908 da Kikunae Ikeda, professore di chimica all’università imperiale di Tokyo, studiava il sapore forte del brodo di alghe, ha scoperto un nuovo gusto oltre ai classici: dolce, salato, amaro, aspro. Il nome di questo gusto è umami (in giapponese significa “saporito”) per la precisione indica il sapore del glutammato di sodio, presente nella carne, nel formaggio e in generale negli elementi ricchi di proteine

Love
Haha
Wow
Sad
Angry
CLICCAMI ANCORA

CLICCA PER GENERARE UNA CURIOSITÀ